Tra la seconda metà del XIX secolo e l'inizio del successivo, Norimberga rappresentava un importante centro industriale. La città cresceva continuamente soprattutto dopo il processo di industrializzazione. Grandi fabbriche si ergevano a simbolo della città: "la condizione di proprietario industriale si sviluppò dalla figura dell'artigiano e commerciante" (Glaser, Neudecker & Ruppert, 1983). Questa combinazione ha portato alla comparsa di compagnie internazionali. 

E' questa l'immagine che la città ha conservato anche oggi. L'origine della grande varietà di industrie attualmente esistenti va ricercata in quel periodo. Grandi nomi come Siemens e Bosh caratterizzano il tessuto economico della città. Oltre a queste grandi figure internazionali, la regione è caratterizzata da compagnie di medie dimensioni e talenti nascosti. Circa 25000 compagnie formano un mix interessante a Norimberga, da artigiani tradizionali all'high-tech e al settore dei servizi. Le start-up si aggiungono a questo quadro e al futuro della città orientato verso il settore industriale. E' esattamente questo l'equilibrio che assicura uno sviluppo stabile e positivo della struttura economica. 

Follow